Il menù per la festa della mamma




4 maggio 2016

Buongiorno amici, ancora una pagina dedicata alla festa della mamma con IDEA MENU'!




Ecco cosa abbiamo composto oggi


L'antipasto è qui:  tortini di pasta fillo con erbette  

Il primo è da Linda:  spaghetti in salsa allo zafferano con asparagi e speck

Il secondo è da Manuela: involtini di maiale con asparagi, prosciutto e toma e verdure in agrodolce 

Il dolce è da Consuelo:  pudding al latte di riso e semi di chia con fragole






TORTINI DI PASTA FILLO CON ERBETTE     

600 g di erbette
200 g di finocchio
1 spicchio d’aglio
4 fogli di pasta fillo
1 mozzarella di bufala
4 fettine di speck
parmigiano grattato
olio, sale
pepe nero in grani

Rosolate l’aglio e le erbette a striscioline in 2 cucchiai d’olio. Fate cuocere a fuoco vivace, poi unite il finocchio affettato e continuate per far evaporare l’acqua in eccesso. Salate a fine cottura. Sovrapponete due fogli di pasta fillo e divideteli a metà rivestendo due pirofiline, ripete l’operazione con gli altri due.  Riempite con le verdure, posate sul ripieno lo speck e una fettina di mozzarella, spolverizzate con un po’ di parmigiano e con il pepe nero appena macinato. Infornate a 200° per 15 minuti.





Mi sento un po' a corto di parole, perciò faccio ancora gli auguri a tutte le mamme e soprattutto alla mia stella! A presto :)

LIGHT & TASTY: gli spiedini




3 maggio 2016


Buongiorno a tutti, LIGHT & TASTY torna con un giorno di ritardo con un'uscita gustosissima dedicata agli spiedini! 




Vediamo subito cosa abbiamo preparato


Carla Emilia: spiedini piccanti di verdure 
 


 


Ed ecco i miei spiedini, leggerissimi, infatti forniscono 50 kcal a porzione (le dosi sono per 4 persone) e quanto a gusto sono proprio deliziosi :)



 
SPIEDINI PICCANTI DI VERDURE   

150 g di polpa di zucca
1 zucchina
una dozzina di pomodorini
1 cucchiaio di salsa di soia
1 cucchiaio di aceto di mele
1 cucchiaio di olio di riso
1 cucchiaino di zucchero di canna
1 pezzetto di zenzero fresco grattugiato
qualche goccia di tabasco

In una ciotola mescolate tutti i condimenti e immergetevi a marinare la zucca a pezzetti, la zucchina a rondelle e i pomodorini. Coprite con la pellicola e fate marinare per un’oretta. Scolate le verdure e preparate gli spiedini, alternandole. Disponeteli in una pirofila, bagnate con la marinata e cuoceteli in forno a 200° con il grill acceso per 20 minuti circa. Se asciugassero troppo bagnate con un po’ d’acqua tiepida. Servite ben caldo.





Buona continuazione e un abbraccio, a presto!

L'ITALIA NEL PIATTO: le ricette per la mamma




2 maggio 2016

Buongiorno a tutti, eccoci all'appuntamento con L'ITALIA NEL PIATTO, oggi dedicato alla festa della mamma e alle ricette dolci e salate che possono ben figurare nel menù preparato per lei.



 


Lombardia: rusumada

Liguria: stracotto al Rossese 
 
 
Toscana: dolce Firenze

Umbria: scafata 

Abruzzo: delizia alla ricotta 

Campania: torta caprese 

 


Il piatto che ho scelto è proprio dedicato alla mia mamma, a lei ancora così presente nella mia vita, anche se non c'è più. Tempo fa un collega mi disse che il mio cuore batteva all'unisono con quello di mia mamma e così ora mi sembra che anche il mio cuore si sia fermato un po' insieme al suo. Sono passati poco più di sei mesi e tutto è quasi come allora. Non mi sembra proprio di essermi ripresa, continuo a essere svogliata e l'unico piccolo passo avanti è che sono malinconica anziché triste. Ma le lacrime le ho sempre in tasca... Scusatemi, la ricetta dicevo, sì ho scelto uno stracotto perché a mia mamma la carne piaceva molto tenera e quindi preferiva stufati, stracotti e polpette a qualunque altra modalità di cottura. L'unico stracotto presente nella cucina ligure arriva dal ponente dove lo si prepara con le carni del basso Piemonte e con il Rossese, il nostro meraviglioso vino rosso, di cui vi ho parlato QUI.




STRACOTTO AL ROSSESE

700 g di carne di vitellone da brasato
2 cucchiai di concentrato di pomodoro
1 spicchio d'aglio
1 cipolla
1 rametto di salvia 
1 rametto di rosmarino
2 chiodi di garofano
2 bicchieri di Rossese
olio EVO
sale

Pulite e affettate sottile la cipolla, quindi fatela colorire con due cucchiai d'olio. Unite la carne e fatela rosolare a fuoco alto, poi bagnatela con il vino, aggiungendo l'aglio schiacciato, la salvia e il rosmarino legati a mazzetto e i chiodi di garofano sbriciolati. Abbassate la fiamma e coprite. Diluite il concentrato in mezzo bicchiere d'acqua tiepida e unitelo alla carne dopo circa 20 minuti. Mescolate bene e portate a cottura. Salate verso la fine. Quando sarà pronto, affettate la carne a fette spesse e servite la salsa a parte, dopo aver tolto il mazzetto. 
Se in cottura asciugasse troppo, unite brodo di carne. Se volete una salsa fluida e liscia, passatela al mixer.




Auguri a tutte le mamme e buona settimana a quelli che mi leggono :)

Torta delle rose con cipolla e finocchietto




28 aprile 2016

Ciao a tutti. Eccomi qui, sono stata a trovare Patrizia nel we del 25 e nonostante il tempo non fosse dei migliori siamo riuscite ad andare a Venezia. Sono passati diversi anni dalla mia ultima visita, ma appena sono arrivata alla stazione di Santa Lucia e mi sono affacciata sul Canal Grande ho riconosciuto l'odore della laguna, che poi è quello delle calate dei moli di Genova. L'odore del mare fermo, sul quale le Repubbliche Marinare hanno costruito le loro fortune! Abbiamo camminato un po' per andare a San Marco e poi all'Arsenale e a San Giorgio dei Greci. Un piccolo assaggio, come una prova generale, per un we lungo che abbiamo prenotato per fine settembre.  




Venezia mi piace sempre, anche se ormai la conosco bene, non mi annoia passeggiare per le sue strade strette, a pelo d'acqua, e tornare a fotografare le stesse chiese e gli stessi scorci, come se fossero cambiati, mentre rimangono meravigliosamente uguali a loro stessi nel tempo, senza tempo... 




Ma ora vi posto una buona focaccia che voglio mandare a SABRINA per il suo contest, prima che sia troppo tardi ;)







TORTA DELLE ROSE CON CIPOLLA E FINOCCHIETTO


350 g di farina per pizza

120 g di cipolla

60 g di finocchietto fresco o una bella manciata di finocchietto secco

20 g di grana grattato

15 g di lievito di birra

olio EVO, sale, pepe in grani


Sbriciolate il lievito in 50 g di acqua tiepida, unitelo alla farina con il grana, quindi cominciate ad impastare aggiungendo 150 g di acqua e 20 g di olio. Da ultimo unite un pizzico di sale e una macinata di pepe. Ottenuto un impasto liscio, fate una palla e mettetela a lievitare coperta con un canovaccio umido per 40 minuti a 30°. Affettate la cipolla e passatela in padella con il finocchietto tritato, 6 cucchiai di olio e sale. Coprite e fate appassire per 5-6 minuti. Stendete la pasta in un quadrato di 40 cm di lato, cospargetelo con la cipolla e il finocchietto e arrotolatelo allungandolo in modo da avere un rotolo da 50 cm, che taglierete in pezzi da 5 cm. Disponeteli in una teglia a cerniera (da 26 cm di diametro) unta d’olio e fate di nuovo lievitare coperto per 30 minuti. Infornate a 200°C per 30 minuti, poi sfornate e fate intiepidire prima di servire.





Servitela con dei salumi e godetevi il suo sapore e la sua morbidezza!

Bacissimi e a presto.