Crostatine allo yogurt




18 aprile 2014

Ciao amici, sono in vacanza e già ho corso come una trottola per tutta la giornata, ma così riesco a starmene un po' tranquilla almeno fino a mercoledì. 

Mangiamoci un dolcetto insieme, per farci gli auguri, cosa ne dite? 


CROSTATINA CON SOUFFLE' ALLO YOGURT

per la frolla
150 g di burro
140 g di zucchero a velo
½ stecca di vaniglia
20 g di granella di mandorle
15 g di granella di nocciole tostate
1 pizzico di sale
1 uovo
300 g di farina 00

per il soufflé
80 g di yogurt bianco cremoso
80 g di philadelphia
30 g di zucchero semolato
5 g di amido di mais
1 uovo piccolo
10 g di zucchero a velo

1 pera decana
crispies al cioccolato
cacao amaro

Impastate tutti gli ingredienti per la frolla e lavorate finché l'impasto sarà liscio e compatto, quindi mettete a rinfrescare in frigo per almeno 1 ora. Stendete la pasta a circa 3 mm di spessore e con un coppapasta ritagliate 4 tondi con cui foderare altrettante formine per crostata. Cuocete in bianco a 180° per 12-15 minuti, finché saranno dorate. Sformate appena possibile.
Mescolate yogurt e philadelphia, unite lo zucchero, l'amido di mais e il tuorlo e cuocete a fiamma bassa come una pasticcera, mescolando. Incorporate l'albume montato a neve con lo zucchero a velo e cuocete ancora qualche minuto.
Disponete sul fondo delle crostatine qualche fetta di pera, ricoprite con il soufflé allo yogurt e fate rinfrescare. Prima di servire decorate con i crispies e spolverate con il cacao.




Potete preparare queste crostatine con la frutta che preferite, molto buone con il cachi mela in inverno o con le pesche tabacchiere in estate.

Mando la ricetta al contest di CINZIA e ELENA
 


Vi ricordo che l'appuntamento con L'ITALIA NEL PIATTO è anticipato a domani mattina, se vi fa piacere saremo on line alle 10!

Buona serata, a presto :)

Cannoli agli asparagi per il WHB#429




17 aprile 2014

Ciao a tutti, finalmente sono in vacanza per qualche giorno, anche se a sorpresa mi tocca giovedì prossimo fare lezione al posto di un collega!

Non resta che consolarci con questa buona pasta, adatta anche alle prossime feste.


CANNOLI AGLI ASPARAGI

250 g di pasta fresca per lasagne
250 g di asparagi
100 g di ricotta
2 scalogni
80 g di burro
80 g di farina
2 cucchiai di olio EVO
300 ml di latte
1 bustina di zafferano
prezzemolo
sale

Pulite gli asparagi e tagliateli a tocchetti tenendo da parte le punte. Pulite e affettate gli scalogni, rosolateli in 20 g di burro, unite gli asparagi, salate, bagnate con poca acqua e fate cuocere per 15 minuti. Riunite in una ciotola la ricotta, gli asparagi a tocchetti, un po' di prezzemolo tritato e sale. Lessate le lasagne, scolatele e fatele asciugare su un telo. Distribuite il composto e le punte di asparagi sulle lasagne, quindi arrotolatele formando dei cannoli, disponeteli in una pirofila imburrata, quindi copriteli con una salsa così preparata. Fate tostare 50 g di burro con la farina, diluite con il latte e fate addensare mescolando. Unite alla fine lo zafferano. Versate sui cannoli, quindi infornate a 180° per 15-20 minuti.

 


La ricetta è per il WHB#429 ospitato questa settimana da MARTISSIMA


Come sapete, questa raccolta settimanale ha per protagonisti i frutti della terra (verdure, frutta, fiori, cereali) ed è nata da un’idea di  KALYN nel 2005.  HAALO ha continuato con l'edizione inglese (tutte le raccolte settimanali QUI) e BRII con l'edizione italiana (tutte le raccolte settimanali QUI). Ogni settimana un blog ospita “il raccolto” e lo condivide in un successivo post ricco di idee e ricette la settimana dopo.


Buona serata, baci!

"Baccalà della mamma" per il recipe-tionist




16 aprile 2014

Ciao a tutti, si stanno avvicinando le vacanze di Pasqua, sto facendo il conto alla rovescia.... non farò niente di particolare, ma vorrei riposarmi un po' e cercare di ricaricare le pile.

Stasera posto la ricetta per il contest di FLAVIA: la recipe-tionist di questo mese è STEFANIA.




Sul suo blog ci sono tante ricette e sono stata incerta su cosa copiare, poi sono arrivata al baccalà della mamma e si sa che i suggerimenti di mamme e nonne bisogna ascoltarli.

La ricetta di STEFANIA è QUI. Ma l'unica correzione è stata abbondare un po' con i capperi, che mi piacciono  molto soprattutto se sono quelli di Pantelleria. Allora ecco cosa ho combinato.


BACCALA' DELLA MAMMA

4 pezzi di baccalà già ammollato
4 pomodori secchi
1 spicchio di aglio
poco prezzemolo
1 manciata di capperi
pangrattato
pepe, olio EVO

Bollite il baccalà per qualche minuto, scolatelo e sfilacciatelo, in modo da eliminare pelle e lische. Disponetelo in una teglia rivestita di carta forno. Preparate la panatura saporita, passando al mixer i pomodori secchi, il prezzemolo e i capperi. Aggiungete il pangrattato, e distribuite sul baccalà. Irrorate con l'olio, quindi passate in forno qualche minuto sotto il grill.




Buona serata a tutti, a domani :)

Polpi stufati



15 aprile 2014

Sono preda di una grande malinconia che si alterna ad un'ansia quasi straziante, vorrei andarmene lontano, ma così lontano da dimenticarmi da dove vengo. Invece sono inchiavardata qui nell'attesa di vendere la casa :( Continuo a guardare quelle finestre chiuse e non riesco nemmeno a pensare a cosa vorrei metterci dietro. Per ora ho solo stabilito che nella cabina armadio ci entrerà tutto quello che ci deve stare, ed è già una buona cosa...

Stasera vi posto una ricetta regionale, perchè la mia Liguria è sempre la mia Liguria e se c'è una cosa alla quale penso in continuazione (o quasi)  sono i tre balconi della nuova casa da cui vedrò il mare, fra le piante, perché i balconi saranno dei piccoli giardini, con le erbe aromatiche e tanti fiori e anche un limone!

La ricetta è per KIARA e il suo contest




in collaborazione con Magna Italia




PORPI A STUFFOU (polpi stufati)

1 kg di polpi piccoli
1 cipolla
1 spicchio d'aglio
prezzemolo
1 manciata di funghi secchi
salsa di pomodoro
olio, sale

Pulite i polpi, lavateli e scottateli in acqua calda salata. Mettete a bagno i funghi in acqua calda, poi strizzateli e tritateli. Fate soffriggere con l'olio la cipolla e l'aglio tritati, unite i polpi e, quando si saranno insaporiti, anche i funghi e la salsa necessaria a coprire. Cuocete per circa mezz'ora, bagnando se necessario con acqua. Unite il prezzemolo tritato, regolate il sale e cuocete ancora mezz'ora o finché i polpi saranno teneri. Servite con fette di pane tostato.




Buona serata a presto!

Bonbon al salmone




14 aprile 2014

Eccomi di nuovo. Mi sono accorta che di qui a Pasqua devo postare un po' di ricette e quindi comincio subito. In realtà prima vorrei brevemente raccontarvi della cena con i miei cugini. Sono venuti tutti, intendo dire che hanno portato, oltre a Francesca, che è la più grande e di solito viene a cena con i suoi genitori, anche i cuccioli della famiglia, Enrico e Carlo: è stata una serata bellissima, e in realtà i cuccioli hanno fatto gli ometti, perché sono stati bravissimi e ci hanno lasciato chiacchierare in tutta tranquillità. E a tavola ci hanno divertito, soprattutto Carlo, che è un piccolo monello, troppo simpatico e troppo bello, da mangiarselo di baci!
Ecco cosa avevo preparato:




La prima ricetta ve la posto stasera. E' una rivisitazione da Sale & Pepe.


BON BON AL SALMONE (per 8 bonbon)

8 fette di salmone affumicato
1 cucchiaio di mascarpone
1 cucchiaiata di latte
1 cucchiaino di senape piccante
100 g di nasello lessato
pane bianco per tramezzini
maionese
uova di aringa
sale

Mescolate il mascarpone con il latte e la senape, quindi unite il pesce sminuzzato finemente e regolate il sale. Foderate degli stampini da bonbon con le fettine di salmone e riempite con il composto preparato, richiudendo con l'eccedenza della fetta. Passate in frigo per qualche ora. Tagliate le fette di pane con un tagliabiscotti a fiore e spalmatele con un velo di maionese. Disponete il bonbon sopra il pane e decorate con le uova di aringa.


























La ricetta è per il contest di CINZIA e ELENA




Buona serata, a domani!

Il menù di Pasqua per LIGHT & TASTY

 


14 aprile 2014

Ciao cari amici, oggi la nostra rubrica vi offre ricette pasquali, forse non saranno proprio light come quelle che vi proponiamo di solito, ma abbiamo cercato comunque di contenere le calorie!




COSTOLETTE D'AGNELLO ALLE OLIVE

800 g di costolette d'agnello
2 pomodori
6 olive verdi snocciolate
1 peperoncino piccante
2 falde di peperone rosso
prezzemolo
olio, sale, pepe

Salate e pepate le costolette e arrostitele in una padella senza grassi. Preparate un battuto con i pomodori, le olive, il peperoncino e un po' di prezzemolo e unitelo alle costolette già in cottura dopo 20 minuti. Aggiungete il peperone, poca acqua e continuate la cottura per altri 20 minuti. Regolate il sale e servite ben caldo.



Auguri a tutti, soprattutto alle nostre EVA e TANIA, che oggi non hanno potuto essere con noi. Ci sentiamo più tardi, buona giornata.

Pizza Vilnius e l'Abbecedario Culinario




11 aprile 2014

Ciao amici, stasera cenerò con i miei cugini e quindi pubblico il post un po' prima, poi domani sera sarò a teatro e quindi ci parleremo con calma domenica. Vi lascio ancora un racconto sulla mia vacanza a Vilnius. Nel mio ultimo giorno là ho camminato tantissimo per cercare di vedere tutto quello che ancora non avevo visitato. Ho girato la città nuova e ancora la città vecchia, chiese e musei, monumenti e strade, parchi e giardini...




Per la serata, avevo deciso di andare a sentire un concerto nella chiesa di Santa Caterina e quindi dovevo cenare un po' in fretta. Ho scelto una pizzeria, molto accogliente, con grandi vetrate affacciate su una bella strada elegante. Lunga lista di pizze, le solite, Margherita, Roma, Napoli, 4 stagioni, magari il pizzaiolo era italiano, poi finalmente ho trovato la pizza Vilnius: verze, pomodori, formaggio di pecora! Mia!!! E naturalmente ho provato a rifarla, eccola qui ;)


PIZZA VILNIUS 

250 g di pasta per pizza
200 g di pomodorini in conserva
1 piccolo cavolo verza
1 cipollotto fresco
2 cucchiai di pecorino grattato
3 cucchiai di olio
sale

Pulite il cavolo e tagliatelo a striscioline, quindi saltatelo in padella con 1 cucchiaio d'olio e il cipollotto affettato. Portatelo a cottura, unendo l'acqua necessaria. Regolate il sale. Stendete la pasta per pizza in una teglia foderata di carta forno, ricoprite con i pomodorini e la verza, quindi spolverate con il pecorino e condite con l'olio rimasto. Cuocete a 230° per 15-20 minuti.
 



Il mattino dopo sono partita per Varsavia, il sole faceva capolino fra le nuvole, ma per strada c'erano pozzanghere piene d'acqua, durante la notte aveva piovuto parecchio. Quando l'aereo si è alzato, ho visto di nuovo la piazza della Cattedrale con il suo inconfondibile campanile e la collina delle Tre Croci, inondate di luce; un attimo e poi Vilnius è scomparsa sotto di me, trasformandosi in un ricordo sereno e tranquillo.

La ricetta è per ANGELA che ospita l'ABBECEDARIO CULINARIO, in Lituania fino al 13 aprile. 



 Buon we, a presto!