LIGHT & TASTY: le fave




23 maggio 2016

Buongiorno a tutti, come ogni lunedì torna LIGHT & TASTY, oggi dedicato alle fave. Questo legume, diffuso in tutto il mondo, e ben conosciuto in Italia, contiene tantissima acqua, fibre, proteine e praticamente non contiene grassi. E' quindi un cibo ipocalorico (70 kcal/100 g) e salutare. Le fave fresche contengono inoltre ferro e vitamine C e del gruppo B. Attenzione però alle fave essiccate che sono più caloriche e hanno diversi valori nutrizionali. Hanno la controindicazione di essere legate alla malattia detta favismo, in cui si manifesta deficit di un'enzima importantissimo per il metabolismo degli zuccheri e che può comportare una grave forma di anemia. A parte questa situazione, le fave sono molto buone e hanno un sapore fresco e delicato che ben si accompagna al pecorino e al salame ;) e a infiniti altri usi in cucina.




Ecco come ve le proponiamo


Carla: torta salata con fave e piselli

Cinzia:






TORTA SALATA CON FAVE E PISELLI 
    
500 g di pasta brisée
100 g di fave sgranate e spellate
100 g di piselli sgranati
100 g di carote pulite
100 g di erbette pulite
100 g ricotta
brodo q.b.
1 mazzetto di maggiorana
2 scalogni
2 uova
olio, sale
1 manciata di semi di papavero

Fate appassire gli scalogni tritati in un tegame con qualche cucchiaio d’olio. Unite le fave, i piselli, le carote affettate e le erbette tagliate a striscioline. Mescolate, bagnate con il brodo e cuocete a recipiente coperto per 15 minuti, quindi scoprite e lasciate asciugare. Togliete dal fuoco e profumate con le foglie di maggiorana. In una terrina sbattete le uova e mescolatele alle verdure. Stendete metà brisée in una tortiera da 24 cm di diametro, riempite con il composto di verdure, distribuite sulla superficie la ricotta e chiudete con la pasta rimasta. Spolverate con i semi di papavero e infornate a 180° per 30-40 minuti. 





Ciao amici, vi leggerò quando torno dalle mie vacanze, un abbraccio grande :)

Una torta alle mele e una chiffon cake salate per recipetionist





20 maggio 2016

Ciao a tutti! Come forse saprete, ho passato il testimone di recipetionist. Il contest di FLAVIA del mese di marzo ha decretato vincitrice ANTONIETTA, il cui blog è pieno  di ricette golosissime. Naturalmente sono andata subito a spulciare fra le torte salate e ne ho trovato ben due che mi attiravano tantissimo e quindi, non sapendo proprio quale scegliere, le ho copiate entrambe. Allora curiosate qua sotto, troverete due vere delizie :)


La ricetta originale della prima è QUI; l'unica sostituzione è stata quella delle mele annurche con le granny smith, che hanno contrastato bene il formaggio. 




TORTA ALLE MELE CON BLUE STILTON

pasta brisée di Michel Roux
250 g di farina
150 g di burro, tagliato a pezzettini e leggermente ammorbidito
1 cucchiaino di sale
1 pizzico di zucchero
1 uovo
1 cucchiaio di latte freddo

Versate la farina a fontana sul piano di lavoro. Mettete al centro il burro, il sale, lo zucchero e l’uovo, poi mescolateli e lavorateli con la punta delle dita. Incorporate piano piano la farina, lavorando delicatamente l’impasto finché assume una consistenza grumosa. Aggiungete il latte e incorporatelo delicatamente con la punta delle dita finché l’impasto comincia  a stare insieme. Spingete lontano l’impasto con il palmo della mano, lavorando di polso, per 4 o 5 volte, finché è liscio. Formate una palla, avvolgetela nella pellicola e mettetela in frigo fino all’uso.

per il ripieno
crema pasticcera salata
100 g di Blue Stilton
3 mele granny smith
30 g di noci sgusciate

per completare
zucchero di canna
pepe
burro

per  la crema pasticcera salata
250 ml di latte
100 ml di panna fresca
30 g di parmigiano stagionato
15 g di farina di riso
3 tuorli d’uova
1 pizzico di sale
1 pizzico di pepe
30 g di burro

Amalgamate la panna al latte, tenetene da parte 100 ml circa e la parte restante mettetela scaldare a fuoco dolce. In quella tenuta da parte aggiungete il parmigiano, i tuorli, la farina di riso, il sale e il pepe e amalgamate con una frusta, aggiungetela poi a quella sul fuoco ai primi accenni di bollore, continuando a girare con le fruste fino ad ottenere una consistenza cremosa. Spegnete, incorporate il burro e lasciate intiepidire.

Per comporre la tarte
Infarinate leggermente il piano di lavoro e il mattarello. Stendete la pasta con colpi leggeri e pressione regolare, ruotandola di 90° e girandola di tanto in tanto, per evitare che attacchi e facilitare l’aerazione. Continuate così fino a ottenere le dimensioni e la forma desiderate. Stendete l’impasto con un diametro di 5-7 cm superiore a quello della tortiera, in base all’altezza. Sollevate la pasta sul mattarello e srotolatela sullo stampo, dal diametro di 28 cm. Versate la crema pasticcera salata, il blue stilton sbriciolato, le noci sminuzzate e infine le fettine di mela sistemate a raggiera. Completate con una spolverata di pepe, un cucchiaio di zucchero di canna e infine un filo di burro fuso. Cuocete in forno preriscaldato a 180° per 40 minuti. Spegnete, lasciate intiepidire per una mezz'ora e sformate.




L'altra torta che ho copiato è una chiffon cake salata al gruyère: una vera piccola meraviglia! La ricetta originale è QUI, io ho riprodotto la torta senza nessuna modifica, ma invece della mousse  ho preparato una spuma semplice di salmone, come potete leggere sotto.




CHIFFON GRUYERE

10 uova
400 g di gruyère grattugiato fine 
400 g di farina
250 ml di olio di semi
250 ml di acqua 
la buccia grattata di un'arancia 
1 cucchiaino raso di sale
pepe nero
noce moscata 
1 bustina di lievito istantaneo per salati
1 bustina di cremor tartaro  

Riunite in una ciotola farina, gruyère, tuorli, acqua, olio, buccia d'arancia, pepe, noce moscata, sale e amalgamate bene con una frusta elettrica. Aggiungete gli albumi precedentemente montati a neve ferma con un pizzico di sale: procedete in tre step per non smontarli. Aggiumgete infine lievito e cremor tartaro. Versate l'impasto in uno stampo pulito e asciutto ma non imburrato e cuocete a 170° per 40 minuti. Al termine della cottura, lasciate in forno spento per 5 minuti poi estrete lo stampo e riponetelo capovolto a raffreddare per 6/8 ore. Con una lama sottile staccate il cake dalle pareti dello stampo e con un colpo deciso fatelo uscire. Sistematelo sul piatto di portata e servitelo con la spuma. 

per la spuma
200 ml di panna
100 g di gruyère grattugiato
200 g di salmone affumicato
1 pizzico di sale

Frullate il salmone con il gruyère, aggiungendo la panna a filo fino ad ottenere una crema morbida. Regolate il sale e fate rinfrescare in frigo.




E tutto questo è per FLAVIA e il suo contest!




A presto.

Pizza con farina integrale al prosciutto per Panissimo




19 maggio 2016

Ciao a tutti, sono quasi in partenza: nonostante gli acciacchi, ho deciso di andarmene in vacanza e precisamente alle Eolie, con i miei amici di Lecco: un'occasione per stare insieme, chiacchierare in buona compagnia, passeggiare e vedere cose belle. Credo che potrà farmi solo bene! 

Ho scoperto però casualmente che la mia carissima CONSUELO ospita PANISSIMO e non potevo farle mancare una ricetta, anche perché questa pizza aspettava l'occasione giusta per essere postata e quale meglio di questa. Perciò ecco qui.







PIZZA CON FARINA INTEGRALE AL PROSCIUTTO  

150 g di farina integrale
250 g di farina 0
250 ml di acqua
10 g di lievito di birra
1 cucchiaino di zucchero
1 cucchiaino di sale
200 g di passata di pomodoro
200 g di mozzarella di bufala
150g di prosciutto crudo
olio, sale

Impastate le farine con l’acqua, il lievito, lo zucchero e il sale, formate una palla e ponetela in una ciotola oleata, coperta con pellicola, in frigo per 6-7 ore. Togliete dal frigo e fate lievitare a temperatura ambiente per altre 3 ore: l’impasto raddoppierà di volume.  Stendetelo adesso nella teglia ricoperta di carta forno e fate riposare ancora 1 ora circa. Intanto preparate il condimento della pizza: condite la passata con 1 cucchiaio d’olio e un po’ di sale e tagliate la mozzarella a cubetti mettendola a scolare in un colino. Distribuite la passata sulla pizza, cospargete con la mozzarella e infornate a 220° per 10 minuti, poi abbassate a 200° per altri 10 minuti. 5 minuti prima di sfornare mettete anche il prosciutto. Se vi piace più croccante prolungate la cottura per altri 5 minuti.





Con questa ricetta partecipo alla raccolta di PANISSIMO ideata da SANDRA e BARBARA questo mese ospitata da CONSUELO

 


A presto amici!

Il menù "verde primavera"




18 maggio 2016


Ciao a tutti, oggi torna IDEA MENU' tutto dedicato alla primavera. Questo maggio, per la verità, in Liguria non è stato bellissimo, ma speriamo che si aggiusti, tutti ormai abbiamo voglia di giornate soleggiate e calde!




Ecco la nostra proposta "verde primavera" :)


L'antipasto è da Consuelo: tartare di tonno con insalata di puntarelle e fragole 

Il primo è da Manuela: orzo con fave zucchette e cipollotti

Il secondo è da Linda: quiche agli asparagi e salmone

Il dolce è qui:  spring cheesecake   





Questa cheescake è veramente fresca e golosa, in realtà potete prepararla tutto l'anno, decorandola con la frutta di stagione e facendola diventare la vostra summer, fall, winter cheesecake!





SPRING CHEESECAKE     

per la base
160 g di farina 00
8 g di cacao amaro
1 uovo
50 g di zucchero
60 g di burro
1 cucchiaino di lievito per dolci
per la crema
200 g di mascarpone
75 g di formaggio cremoso
30 g di zucchero
80 g di cioccolato fondente
2 fogli di gelatina
80 ml di latte
per decorare
fragole e kiwi
gelatina per dolci

Per la base, impastate tutti gli ingredienti con il burro ben freddo tagliato a pezzetti. Poi rifasciate con la pellicola e fate rinfrescare per un’ora.  Passato il tempo, stendete l’impasto a uno spessore di 5mm circa, rivestendo poi uno stampo da 20 cm di diametro, imburrato e infarinato. Cuocete in bianco a 180° per 20 minuti. Preparate la crema mescolando i formaggi con lo zucchero. Sciogliete il cioccolato al MO e quando si sarà un po’ intiepidito unitelo ai formaggi mescolando bene. Ammollate la gelatina in acqua fredda, quindi strizzatela e scioglietela nel latte portato quasi a ebollizione. Fate intiepidire e unite alla crema. Versate nel guscio di pasta, ormai raffreddato e mettete in frigo a rassodare per almeno 2 ore. Decorate tutta la superficie con fettine di kiwi e fragole e lucidate con la gelatina. Rinfrescate ancora prima di servire.





Alla prossima, un abbraccio e buon proseguimento.