Ancora MTC


21 giugno 2012

Ciao amici, ho fatto esami e sono molto soddisfatta dell'esito. Mi sono trovata nella situazione di lasciar andare via verso altre materie e altri percorsi i miei studenti con la certezza che faranno molto bene, e la voglia di trattenerli, per insegnare ancora qualcosa, per avere un uditorio curioso e preparato, capace di attenzione e comunicazione. Il loro sorriso e la loro gioia mi ha compensato di tutta la fatica fatta: questi erano i ragazzi di medicina, quelli a cui ho fatto lezione sostituendo il mio collega andato in pensione. Ora so che ho dato loro la chiave per capire: non hanno ripetuto le mie parole, hanno studiato, collegato e interpretato. Scusatemi se sto facendo la ruota come un pavone, sapete quanto ho investito in questo corso e quanto mi ci sono dedicata. Oggi ho proprio vinto anch'io :D
 
Ora vi posto l'altra ricetta che ho preparato per l'MTC. Come sapete questo mese ci sono le scaloppine di ELISA e oggi vado di carne. La sua ricetta è QUI.



E qui c'è la mia :)




SCALOPPINE CON CREMA AL PASSITO E PISELLI ALLA FRANCESE

500 g di scaloppine di vitello
3 cucchiai di farina
1 rametto di timo
70 g di burro
2 cucchiai di passito
brodo di pollo q.b.
1 cucchiaio di senape di Digione
400 g di piselli già sgranati
150 g di bacon in una fetta unica
3 cipollotti
1 cuore di lattuga
sale, pepe

Mescolate la farina con il pepe e le foglie di timo e passatevi le scaloppine. Scaldate metà burro e fatevi rosolare le scaloppine, toglietele quando saranno ben colorite da entrambi i lati e tenetele al caldo. Deglassate il fondo di cottura con il passito, quindi unite la farina rimasta sbattendo con una frustina per evitare i grumi. Aggiungete anche la senape e tanto brodo da ottenere una salsina cremosa e abbastanza densa. Versate sulla carne e servite con i piselli che potete preparare come segue.
Fate rosolare nel burro rimasto il bacon a dadini, quindi unite i cipollotti affettati, i piselli e la lattuga a striscioline. Unite acqua a poco a poco per portare a cottura. Occorreranno circa 30 minuti. Regolate il sale e pepate a piacere.





Naturalmente al posto del passito, potete usare sherry o marsala; io lo preferisco per la sua persistenza aromatica.

E adesso passo da voi. Un abbraccio a tutti, ci sentiamo nel we, ho amici a cena e vi racconterò cosa avrò combinato!

24 commenti:

  1. Le scaloppe sono proprio appetitose ma, è bellissimo il fatto che i tuoi studenti abbiano imparato a pensare con loro testa grazie a te...che bello, devi essere orgogliosissima altro che storie! Un abbraccio

    RispondiElimina
  2. Complimenti cara Carla per la vittoria ottenuta... quando si lavora con passione ed entusiasmo i risultati si vedono e tu li MERITI TUTTI
    e le scaloppine? Semplicemente DIVINE!!!!!
    Un bacione tesoro

    RispondiElimina
  3. Carla, mi fa molto piacere leggere che i tuoi studenti ti hanno dato le meritate soddisfazioni, da un'insegnante appassionata della propria materia si impara molto di più di semplici nozioni, questo è quello che viene fuori dal tuo post , non la ruota da pavone, ma la soddisfazione di chi raccoglie i propri frutti!
    La tua scaloppina è bella cremosa e quei pisellini ci sstanno benissimo!

    Buon we e divertiti

    ps ho segnato il titolo del libro...lo cercherò per questa estate!!

    ciao loredana

    RispondiElimina
  4. Non avevo capito che sei docente universitaria...complimenti! Comunque, volevo dirti: la crema al passito *_*

    RispondiElimina
  5. Se un mio Professore universitario fosse così fiero del mio lavoro, sarei molto soddisfatta di me stessa!
    E se i risultati sono stati eccellenti, è perchè l'insegnante non è stata da meno, nella spiegazione e nel portare interesse verso la propria materia, quindi tanti complimenti!!! :)

    Passando alla tua ricetta.. Scaloppine fantastiche!! Già le adoro di mio, ma fatte così... Mmm, buonissime!! :)
    Un abbraccio!!

    RispondiElimina
  6. COmplimenti...per la tua vittoria al lavoro (sono sempre soddisfazioni) e per la ricettina...un abbraccio

    RispondiElimina
  7. che ricetta sfiziosa!!! Sono di sicuro buonissime,
    ciao

    RispondiElimina
  8. Crema al passito? Wow! Splendida versione della scaloppina, con questi ingredienti che fanno la differenza! Bravissima e complimenti anche per il corso ;)

    RispondiElimina
  9. Ottima versione delle scaloppine ... sentiamo il profumino ...
    Un saluto dai viaggiatori golosi ...

    RispondiElimina
  10. Carla bellissimo piatto e presentazione da ristorante.
    cosa insegni?
    Conviene scrivermi da te :-)
    A presto

    RispondiElimina
  11. altra idea per cucinare le scaloppe!!!
    vorrei avere anche io un'insegnante come te!
    alla quale piace il proprio lavoro e vuole INSEGNARE davvero qualcosa a questi ragazzi,avrai sicuramente avuto occasione di conoscere chi sta li solo per lo stipendio e nn ha voglia di disturbarsi a fare bene il proprio lavoro!!....io ne ho conosciuti molti di questi pseudoinsegnanti !!!!
    baci

    RispondiElimina
  12. Ciao! sono stata a Viterbo da mio figlio ed ho tralasciato il computer. Ho visto che hai pubblicato tante buone ricette che ora mi vado a guardare, di questa ti copio il contorno :).
    Mi fa piacere che gli esami dei tuoi studenti sono andati bene, gli alunni imparano quando hanno ottimi insegnanti! Un abbraccio, Laura

    RispondiElimina
  13. Risposte
    1. Ciao Alessia ti rispomdo qui, perché sul tuo blog tutto rinnovato non sono riuscita a trovare come si inviano i commenti :( Lo so, con blogger sono una frana! Comunque è proprio bello il tuo nuovo vestito, complimenti, a presto baci

      Elimina
  14. La ruota di pavone in questi casi ci sta tutta cara Carla e so perfettamente di cosa parli!!!
    Vedi, le fatiche vengono sempre ricompensate, anche in cucina!!!
    Complimenti! Un abbraccio stretto stretto!

    RispondiElimina
  15. ciao Carletta,massi' dai,tutto bene!
    io per fortuna non lo temo eccessivamente il caldo e poi lavoro in un posto al fresco!ih ih!
    caspita,ho gia' un'acquolina con queste scaloppe....
    sono molto contenta della tua vittoria con il corso di medicina,visti i grattacapi letti in inverno....!!??
    dai,allora c'e' da sperare che avremo dei bravi(speriamo bene)medici!

    RispondiElimina
  16. ai miei tempi i professori erano come i sergenti nell'esercito!! magari avessi avuto una proff cosi!! buona giornata e felice fine settimana...ciao

    RispondiElimina
  17. buon fine settimana!! e che ricettina!

    RispondiElimina
  18. Altro che pavone, sei sicuramente un'ottima insegnante, lo capisco dalla passione che metti in quello che fai! Bella la ricetta di queste scaloppine, la crema al passito mi incuriosisce molto!
    Un abbraccio e buon fine settimana!

    RispondiElimina
  19. Arrivavo qui per scusarmi per il mio ritardo: ma l'incipit del tuo post mi ha riempito di ammirazione e scrivo questo commento sulla scia di un'emozione sincera, quella di un'ex insegnante che se ne è andata dalla scuola perchè mortificata da un ambiente sanza nocchiero e in gran tempesta- e che ora ritrova in queste righe quelle motivazioni che pensava non esistessero più. E la conferma che gli alunni rispondono quasi sempre ad insegnanti motivati, appassionati, pronti a mettersi sempre in gioco- e a farlo per i loro allievi, per ciascuno di loro. Loro sono stati bravi, ma gli stimoli per apprendere in modo critico, per crescere, per perfezionarsi glieli hai dati tu - e vedrai che te lo riconosceranno sempre e che, come ben sai, questa sarà la ricompensa più grande.

    Prendo fiato- e passo a questa gran figata di scaloppine. Che magari "gran figata", la prof me la segna con la matita blu, quella degli errori gravissimi, ma ormai qui parla il cuore e ti tocca :-)
    e l'equilibrio perfetto della salsa al passito con la senape, la panatura col timo e il pepe, il bacon nei piselli sono l'equivalente di una reazione a catena, sul fronte della credibilità di un piatto estremamente interessante, nella ricerca degli equilibri, nella precisione della realizzazione, nella costruzione di un'armonia di gusto e di consistenze che davvero convince. In pieno.
    Bravissima
    ale

    RispondiElimina
  20. Che bello vedere il proprio lavoro che da buoni frutti!!!
    Cara amica sono felice per te, e mi segno subito questa tua favolosa ricetta, da primo premio!!!!
    Bacioni

    RispondiElimina
  21. Te l'avevo detto che sarebbe andato bene il corso! Sono davvero felice per te: è una bella soddisfazione!
    Le scaloppne mi piacciono in tutte le salse e questa non fa eccezione: buono il passito...ti è venuta fuori una cremina da leccarsi i baffi! Ciao a presto: aspetto nuove delizie.

    RispondiElimina
  22. Che bella soddisfazione essere riuscita a trasmettere tutti i concetti ai tuoi studenti. E' proprio un grande merito e il risultato conseguito da tutti è un grande riconoscimento nei tuoi confronti.
    Anche il piatto che hai scelto per "festeggiare" non è per niente male... :-)
    Buona domenica.

    RispondiElimina